Antica Erboristeria, Shampoo al Karitè e Cocco

Buonasera,

Sono in periodo esami, sarò quindi più latitante del normale, ma ieri ho finalmente finito questo shampoo, così ho colto la parla al balzo per parlarvene, e per sconsigliarvelo.

Ho letto in giro numerose recensioni positive, e davvero non me le spiego!

Io mi sono presa tempo fa ben due boccette di questo shampoo, non leggendo gli ingredienti (che ahimè capisco ancora troppo poco) e attirata dalla parvenza naturale di marchio e profumo: ha un meraviglioso odore di cocco, così naturale e poco chimico che mi ha fregata.

Non so se dipenda dai miei capelli, ma dopo averlo usato mi ritrovavo inevitabilmente con dei brutti capelli secchi, e io non ho mai avuto i capelli secchi! Per finire le due confezioni dell’Antica Erboristeria qui citate ho dato fondo a un sacco di balsamo, e ammetto che, normalmente non lo uso, nonostante sarebbe utile prendere l’abitudine. I capelli mi restavano puliti e non ho avuto altri problemi -o lo avrei cestinato invece di finirlo – ma mi secca troppo i capelli.

Bocciato assolutamente, il buonissimo profumo -che comunque non dura- e il basso prezzo non bastano a farmi una buona impressione.

Alla fine mi sono messa d’impegno e mi sono letta pure l’inci per non ricadere nella bufala con un altro shampoo dall’odore sublime ed è una schifezzuola. Ci sono un sacco di siliconi, eccomi spiegata la secchezza e le proteste dei miei poveri capelli.

Voto: Bocciato!

Ormai che ho fatto la fatica, ecco l’inci

ACQUA (solvente)
 Immagine SODIUM LAURETH SULFATE (tensioattivo)
 Immagine COCAMIDOPROPYL BETAINE (tensioattivo)
 Immagine SODIUM CHLORIDE (viscosizzante)
 Immagine COCAMIDE MEA (emulsionante / stabilizzante emulsioni / tensioattivo / viscosizzante)
 Immagine GLYCOL DISTEARATE (emolliente / emulsionante / opacizzante / viscosizzante)
 Immagine CITRIC ACID (agente tampone / sequestrante)
 Immagine PEG-7 GLYCERYL COCOATE (emulsionante / tensioattivo)
 Immagine SODIUM BENZOATE (preservante)
 Immagine PARFUM
 Immagine LAURETH-4 (emulsionante / tensioattivo)
 Immagine DIMETHICONE (antischiuma / emolliente)
 Immagine HYDROGENATED CASTOR OIL (emolliente / emulsionante / tensioattivo / viscosizzante)
 Immagine POLYQUATERNIUM-7 (antistatico / filmante)
 Immagine NIACINAMIDE (additivo)
 Immagine PANTHENOL (antistatico)
 Immagine PEG-12 DIMETICHONE (condizionante per capelli / condizionante cutaneo)
 Immagine GUAR HYDROXYPROPYLTRIMONIUM CHLORIDE (antistatico / filmante / viscosizzante)
 Immagine PROPYLENE GLYCOL (umettante / solvente)
 Immagine BUTYROSPERMUM PARKII BUTTER (condizionante cutaneo / additivo reologico)
 Immagine GLYCERIN (denaturante / umettante / solvente)
 Immagine PEG-14M (legante / stabilizzante emulsioni / viscosizzante)
 Immagine COUMARIN (Allergene del profumo)
 Immagine COCOS NUCIFERA FRUIT EXTRACT (emolliente / condizionante capelli / condizionante cutaneo)
 Immagine CI 16255 (colorante cosmetico)
 Immagine CI 47005 (colorante cosmetico)
Annunci

L’importante è salvare la faccia

Ultimamente, più che mai, mi sto rendendo conto di quanto si punti, in quasi ogni campo, a farsi belli in faccia alla gente e commettere ogni genere di scorrettezze dietro la facciata attentamente costruita.

Tralasciamo la politica, maestra per eccellenza nel campo, proprio sono stanca di parlarne.

L’argomento che mi sta maggiormente a cuore, invece, è quello delle modelle. Sono ormai anni che se ne parla, anni che si fa polemica sulla mercificazione del corpo femminile, ma soprattutto sull’eccessiva magrezza delle modelle. Per mia fortuna non sono molto toccata dalla “bellezza mediatica”, ma vedo attorno a me tante persone che lo sono, e, cosa ancora più spaventosa, le bambine crescono spesso con la testa riempita di magrezza, pance piatte e perfezione corporea. Mi fa veramente una gran tristezza pensare che queste bambine diventeranno donne insicure e ossessionate da una bellezza che non esiste, spesso a rischio della loro stessa salute. Ormai è ampiamente dimostrato che chi punta solo sul proprio aspetto è particolarmente fragile e facile alle depressioni.

Non vale il discorso: “sono libere di scegliere”. Non è vero! Molte persone sono facilmente influenzabili, altre lo sono meno. Di certo ci vuole una grande forza a resistere al bombardamento continuo cui tutte siamo sottoposte e nessuno ha scelto volontariamente di prendervi parte.

Ed ecco che, mentre da una parte si parla bene, dall’altra si agisce male. In Svezia, proprio questo mese, una compagnia di modelle è stata denunciata per aver fatto dei casting fuori da una clinica per disturbi alimentari, con il preciso obiettivo di assumere ragazze anoressiche.

http://frontierenews.it/2013/04/svezia-casting-di-modelle-anoressiche-in-una-clinica/

Credo che comportamenti simili vadano ritenuti alla stregua di crimini contro la persona. Una ragazza seriamente malata si reca in clinica – e penso tutti sappiamo quanto sia difficile convincere un anoressico di esserlo, e convincerlo a farsi ricoverare – ed ecco che alla porta le viene proposto un contratto di lavoro anzichè il ricovero di cui avrà tanto bisogno.

Katya Zharkova, modella definita “oversize”

Crine tempestose, ovvero l’uso improprio dei classici

Voglio tornare a parlarvi di un marchio che io amo moltissimo, cioè Lush. Fra l’altro, Lush compie dieci anni e per festeggiare, invita tutti quanti al loro stand dal 15 al 17 marzo presso la fiera Fa la cosa giusta! a Milano.

Acquistando nelle botteghe Lush di Milano, inoltre, riceverete l’ingresso omaggio per la fiera.

Detto ciò, questa volta vi racconterò la mia esperienza con un prodotto per i capelli, Crine Tempestose.

Vi riporto quando viene detto sul sito:

“Con latte d’avena e burri tropicali protettivi e nutrienti, si usa senza risciacquo per plasmare, domare ed esaltare i boccoli ribelli o per dare fiducia ai boccoli timidi e buoni.
Allo stesso tempo idratante e styling, è la crema che vi permetterà finalmente di avere l’ultima parola con i vostri capelli. Applicatela senza risciacquo su tutta la lunghezza dei capelli bagnati per nutrirli e ammorbidirli con i burri tropicali e la cera di candellila, che aiuteranno anche a controllare il ricciolume, lo svolazzamento e le increspature, mentre il latte d’avena si prenderà cura dello scalpo. (Va bene anche sui capelli asciutti se sono mooolto crespi). Passata la tempesta, le vostre luminose crine saranno anche deliziosamente profumate di fiori d’arancio e gelsomino.”

Cime Tempestose (1939)

Ed ecco il mio uso improprio dei classici. A me l’odore di gelsomino non piace nemmeno un po’, però Cime Tempestose è uno dei miei libri preferiti, e così non ho saputo resistere e ho comprato questa crema per capelli. Grazie alla Bronte insomma, ho scoperto un prodotto favoloso che mi ha portata in parte a riappacificarmi con i miei capelli a metà fra il riccio e il mosso e pertanto ingestibili.

Il prezzo della crema non è bassissimo, costa 17,95 euro, ma come tutti i prodotti Lush, usandolo vi renderete conto che sono soldi davvero ben spesi. Innanzitutto, io normalmente per addomesticare i capelli uso una schiuma (ho girovagato fra varie marche) che applico mentre sono ancora bagnati, ma che me li secca tantissimo. Devo dire che mentre una schiuma mi dura in media un mesetto, Crine Tempestose è con me da ben cinque mesi, e solo oggi ho intravisto il fondo del barattolo. Costoso? Non direi!


A differenza delle solite schiume inoltre non secca per niente i capelli ma li lascia morbidissimi, e disciplinati, oltre che ben definiti. Vi ritroverete ad amarli! Il profumo, che era la mia principale preoccupazione è davvero buono, al gelsomino si sovrappone quello, che a me piace molto di più, dei fiori d’arancio. Non è un odore fastidioso o insistente ma delicato, e mi capita spesso che le persone attorno a me mi dicano che i miei capelli profumano di buono, fino a una paio di giorni dopo averli lavati, dura davvero tanto.

L’unico accorgimento da avere con questo prodotto, è che contenendo burri, va usato a piccole dosi, o vi ritroverete con i capelli appesantiti e sporchi come è successo a me la prima volta. Se invece prelevate piccole quantità di prodotto (due o tre ditate, ma fate delle prove in base alla lunghezza), lo spalmate sulle mani e solo poi lo applicate sui capelli otterrete un risultato perfetto!

Da quando ho provato Crine Tempestose ho trovato la mia crema per capelli ideale e sicuramente la ricomprerò non appena finita.

Voto: 4,5/5

Tutta questione di Karma

Bentrovati!

Come prima cosa, i miei migliori auguri di un 2013 meraviglioso!!!

Happy New Year!!

Oggi voglio parlavi di alcuni prodotti Lush. Il marchio è molto conosciuto, ma se ancora non ne avete sentito parlare ve lo spiego in breve:

Lush è un marchio inglese, ma reperibile nella maggior parte delle città italiane, o eventualmente sul sito www.lush.it (su cui trovate anche tutti gli ingredienti). Si pone l’obiettivo di produrre cosmetici con ingredienti naturali, fatti a mano, non testati su animali (anzi, lotta proprio contro i test sugli animali, con iniziative e donazioni) e nel pieno rispetto dell’ambiente, come dimostra il loro packing riciclabile al 100%. Fra le altre iniziative, riportando in bottega 5 barattolini neri di prodotti Lush finiti vi regalano una maschera viso fresca.

lush

Il profumato angolo dei saponi

Io uso Lush da molto tempo, e mi ci trovo proprio bene. I prodotti sono naturali per davvero, si passa da quelli naturali al 100% a quelli che per forza di cose contengono un paio di ingredienti non naturali come i saponi, ma sono molto pochi.

I prodotti poi sono buonissimi e profumatissimi, oltre che veramente simpatici. L’unica pecca che ho notato rilevano molte ragazze sono i prezzi, che effettivamente, pur non essendo esosi, sono però un tantino elevati. Mi sembra naturale visto il metodo di produzione, e comunque sono prodotti molto concentrati, per cui durano più a lungo di quelli meno costosi, ma posso capire che per certe cose forse il prezzo è davvero alto.

maschere

Prodotti freschi

Per la prima recensione dei prodotti Lush ho deciso di parlarvi della mia linea preferita, ossia la linea Karma.

Karma Sapone:

Il sapone più amato di tutti i tempi, un “must have” di molti Lushini. Sui nostri tavoli di legno sembra un gioiello di colore ambrato, come un cielo al tramonto di una calda estate degli anni ‘70. Ha una fragranza intensa e speziata di patchouli, con arancia, pino e lemongrass per pensare positivo e rendere sensuali uomini e donne… per cospargersi di allegro profumo e dire grazie alla vita.

sapone

Karma Sapone

Cosa ne penso: Il profumo di questo sapone è qualcosa di favoloso. Lava e profuma alla perfezione. Da quando ho iniziato ad usare i sapone Lush mi sono accorta che puliscono meglio dei normali saponi del Supermarket, questo perchè sono un po’ più concentrati. Non tanto da diventare aggressivi comunque.

Ricordate di non lasciarlo nella doccia perché tende a sciogliersi con l’umidità o a perdere tutti gli olii aggiunti.

Voto: 10/10

Karma Kream

Crema per il corpo al profumo di Karma per pensare positivo e dire grazie alla vita

Se tutti utilizzassero la Karma Kream, la nostra vita su questo piccolo pianeta sarebbe molto più piacevole. Il burro di cacao e l’olio di mandorle, infatti, agevolano le carezze, mentre il suo magnetico profumo di Karma (la mitica e mistica fragranza Lush al patchouli e arancia) infonde nel cuore un immenso senso di calma, pace e amore. Per diffondere energia positiva!

karma

Karma Kream by Lush

Cosa ne penso: Una crema soffice e a rapido assorbimento che vi lascia sulla pelle un buonissimo profumo a lunga durata, ma non troppo invasivo. Per l’estate è davvero l’ideale, visto che il caldo fa praticamente sudare profumato! è stato una rivelazione, ricordo che le prime volte che usavo questa crema non potevo fare a meno di annusarmi in continuazione la pelle.

Oltre al profumo è indubbiamente molto nutriente, ne basta poca in quanto è piuttosto ricca, e regala alla vostra pelle morbidezza ed idratazione. A me il barattolo sta durando moltissimo e la uso dopo ogni doccia.

Voto: 10/10

Karma Spumante

Spazza via le problematiche esistenziali più incasinate in un vortice di schiuma speziata.

Quando il vortice della quotidianità inghiotte i nostri spazi vitali, le discipline orientali ci insegnano a dedicare qualche momento alla meditazione. 
Accendete candele e incensi vicino alla vasca e fate schiumare Karma sotto il getto d’acqua. Lui scioglierà  le vostre problematiche esistenziali più incasinate in una morbida schiuma speziata dalprofumo intenso e mistico di arancia, patchouli ed elemi.

spumante

Karma Spumante

Cosa ne penso: Come ormai avete capito, io adoro il profumo di questa linea, quindi mi sono tolta lo sfizio di provare anche questo. Lo spumante non è altro che un prodotto da sbriciolare sotto il getto dell’acqua della vasca da bagno. che forma una bella schiuma, consistente e profumata in cui immergersi per un bagno da diva. La dose basta per due bagni. L’effetto è davvero rilassante.

vasca